La donna è più felice se il suo uomo è giù di corda

La donna è più felice se il suo uomo è giù di corda



Da una ricerca condotta su 150 coppie (sposate o conviventi di lungo corso) dall’Università di Harvard per conto dell’ American Psychological Association, risulta che le donne sono decisamente più serene, per quanto riguarda il loro rapporto di coppia, quando il loro compagno è manifestamente giù di corda. Secondo questo studio, quando la donna si accorge che il proprio uomo manifesta i suoi turbamenti, invece di chiudersi in se stesso o nasconderli, è propensa a credere che il rapporto di coppia sia solido. Il fatto che l’uomo permetta alla sua donna di entrare nel suo problema, di entrare in empatia con lui, dimostra che si fida di lei e che è seriamente impegnato nella relazione. È risaputo, comunque, che la donna è solita incoraggiare l’uomo perché si informi costantemente sugli eventuali problemi della sua metà e viene spesso ripreso per non entrare in empatia con lei. L’uomo, dal canto suo, sarebbe felice di sapere quando la donna è realmente di buon umore per poter confidarsi con lei. Tirando le somme di questa ricerca, la ricercatrice Shiri Cohen della Harvard Medical School ritiene che:

  • le donne sono soddisfatte se il loro compagno si interessa dei loro problemi e se lascia trasparire i suoi per essere aiutato a superarli
  • gli uomini ritengono che, per fortificare un rapporto, sia importante capire soprattutto cosa piace alla coppia e portare avanti questi punti comuni

In tutti e due gli aspetti, anche se quello dell’uomo sembra più spiccio e superficiale, perché una coppia diventi di lungo corso è necessario che ci sia empatia, ossia interesse profondo per l’altro. Ma, permettete, mi sembra che a questo erano già arrivati i nostri nonni, e prima di loro i nostri bisnonni, e prima di loro…

Via