Invecchiamento precoce da rifiuti

Invecchiamento precoce da rifiuti



Coloro che abitano nelle vicinanze di discariche illegali rischiano un invecchiamento precoce. L’area della Campania racchiusa tra i comuni di Acerra, Nola e Marigliano è stata denominata “il triangolo della morte”, parafrasando le Bermuda, per l’elevato numero di decessi per cancro che vi si verificano. Anche i difetti dei nascituri sono superiori alla media nazionale. Tutto sembrerebbe derivare all’inquinamento prodotto dalle 1230 discariche abusive presenti in quel territorio. Per cercare di capire la causa delle malformazioni nei nascituri, il ginecologo Carmine Nappi e i suoi colleghi presso l’Università di Napoli Federico II, oltre a Bruna De Felice presso la Seconda Università di Napoli, hanno esaminato i campioni di sangue di donne sane che si sono presentate alla loro clinica per un aborto. I ricercatori hanno concentrato l’osservazione sui telomeri (la parte terminale della sequenza DNA) delle cellule del sangue delle donne. I telomeri si accorciano con l’avanzare dell’età e possono anche ridursi quando sono esposti a prodotti dannosi al metabolismo. Telomeri molto brevi sono normalmente collegati ad una serie di disturbi legati all’età, come le malattie cardiache e la demenza senile. I ricercatori hanno così scoperto che la lunghezza dei telomeri nei campioni provenienti da 50 donne che vivono nel famigerato triangolo era significativamente più breve di quella dei campioni prelevati da 50 donne che vivono in una zona vicina ma libera delle discariche. “Significa che le cellule sono state messe sotto stress ossidativo”, dice il dottor Nappi. In sostanza, i risultati suggeriscono che le donne stanno invecchiando prematuramente. “Le donne sono sane – continua – ma la ridotta lunghezza dei telomeri significa che la loro età cellulare è superiore alla loro età biologica”. Thomas von Zglinicki, che studia l’invecchiamento nell’Università di Newcastle, Regno Unito, concorda sul fatto che le donne stanno invecchiando più velocemente di quanto dovrebbe essere. “Da tempop sappiamo che le persone con telomeri più corti tendono ad accumulare ogni sorta di malattie proprie dell’età avanzata”, dice. “Questo invecchiamento precoce potrebbe essere anche la causa della maggior incidenza di difetti alla nascita, che è noto essere più comuni nelle donne anziane” – gli fa eco il dottor Nappi – e pensiamo che la diossina possa avere effetti importanti e devastanti sullo sviluppo dell’embrione”. In un rapporto pubblicato nel luglio dello scorso anno, Andrew Kibble e i suoi colleghi presso l’Agenzia britannica per la protezione della salute (UK Health Protection Agency) ha dichiarato, d’altro canto, che la buona gestione delle discariche non produce rischi significativi per la salute.

Via