Improvvisi mega crateri in Siberia

Improvvisi mega crateri in Siberia



Gli scienziati russi segnalano altri 4 grandi crateri comparsi in Siberia nella penisola di Yamal. Uno di questi è stato scoperto dopo che la popolazione di un villaggio nelle vicinanze ha visto un gigantesco lampo di luce. Due di questi nuovi crateri si sono presto riempiti di acqua e sono diventati laghi. Attorno ai crateri più grandi se ne sono aperti una ventina di altri più piccoli. Il fenomeno avviene senza preavviso e nessuno sa ancora dare una spiegazione plausibile. È il caso di aver paura? Quale causa, si è pensato un po’ a tutto: meteore, bombe, alieni, creature sotterranee. La causa più probabile è il surriscaldamento globale. Il substrato ghiacciato, infatti, si sta velocemente sciogliendo creando doline qua e là. Una causa più preoccupante potrebbe essere quella del gas metano che nel sottosuolo si mescoli con acqua, sali minerali e calore dando origine a mega esplosioni. Questo potrebbe spiegare il lampo di luce prima del cratere di Antipayuta. Una serie di piccoli crateri vengono di volta in colta scoperti da pastori di renne, abitanti del posto ma anche da studiosi come il prof. Vasily Bogoyavlensky, vice direttore del Oil and Gas Research Institute con sede a Mosca, il quale si avvale di immagini satellitari per scoprirli. Qualunque sia la causa, questi crateri sono sempre più vicini alle aree abitate ed ai pozzi di estrazione e, in assenza di qualsiasi tipo di preavviso, le persone non possono certo dirsi tranquille.

 

Categorie Natura