Il nucleo è più debole del previsto

Il nucleo è più debole del previsto



Il nostro pianeta ha un cuore di ferro, ma non è così resistente come si pensava. Sia il nucleo esterno della Terra, fuso, che il nucleo interno, solido, sono fatti per lo più di ferro con un pizzico di nichel. Per sondare le proprietà del nucleo interno, Arianna Gleason e colleghi della Stanford University in California hanno sottoposto un foglio di ferro ad una pressione di circa 200 giga-pascal.  Questa equivale a 2 milioni di volte la pressione atmosferica, ma il dato è ancora inferiore a quello presente nel centro della Terra. I ricercatori hanno misurato la velocità alla quale viaggiano le onde deformanti attraverso il foglio di ferro e la sua densità, dati che permettono di calcolare la resistenza del ferro. Hanno poi paragonato questi risultati alle condizioni reali del nucleo della Terra e si è scoperto che “il ferro è in realtà più debole del previsto a quelle condizioni di pressioni e temperature estreme”, dice Gleason. Questo potrebbe spiegare perché le caratteristiche del nucleo non siano uniformi. Le onde sismiche che attraversano la Terra, passando per il nucleo da polo a polo, viaggiano circa il 3% più velocemente che non attraverso il piano equatoriale. E questo è molto strano, dice Gleason. Una spiegazione potrebbe essere che i granuli di ferro presenti nel nucleo siano allineati. Se il nucleo è più debole di quanto si pensava, allora è più facile che si deformi e che permetta ai granuli di mettersi in fila agevolando il passaggio delle onde sismiche.

Via