Il granchio e il suo tempio dell’amore

Il granchio e il suo tempio dell’amore



Sulle spiagge di sabbia di tutto il mondo è possibile vedere, durante il periodo degli amori, i granchi violinisti che costruiscono un cappuccio di sabbia sopra la loro tana. Questa specie di granchio è chiama “violinista” per la grandezza e la forma di una delle chele. Ci possono impiegare anche un paio di giorni, ma ne vale la pena di costruire questo piccolo tempio dell’amore che contribuisce ad attirare i favori delle femmine. Il motivo non è solo il richiamo sessuale, ma anche farne un punto di riferimento nel girovagare per la spiaggia. Vedendo da lontano dove si trova l’ingresso della loro tana, possono allontanarsi di più per andare a caccia senza il timore di smarrire l’ingresso della loro tana. Questi granchi hanno una vista debole, ricorda Tae Won Kim del Korea Institute of Ocean Science and Technology che ha curato lo studio, e queste costruzioni di sabbia sono per loro un grande riferimento. Le forme variano da pilastri di fango a vere e proprie cupole. Le femmine sono particolarmente esigenti e ispezionano anche una ventina di tane prima di scegliere il partner. Prediligono i “templi” a cappuccio, perché possono nascondersi meglio dalle cornacchie che tengono d’occhio la spiaggia per cibarsi dei granchi. Questo girare per la spiaggia, in effetti, è un’attività rischiosa ma le femmine non rinunciano a trovare la sistemazione migliore. Entrano nelle tane e ne controllano la forma e la capienza prima di decidersi in quale fermarsi. Il co-autore della ricerca, John Christy del Smithsonian Research Institute di Panama, ha studiato per una quarantina d’anni il comportamento dei granchi per scoprirne i segreti della selezione sessuale, come i maschi competono fra loro per attirare le femmine. La conclusione è che le femmine sembrano più attratte dalle costruzioni alte e dalle tane ampie che non dal maschio migliore. Dal canto loro, i maschi fanno grandi templi non solo perché piacciono alle femmine, ma per poter allontanarsi di più dalla tana senza perdersi per la spiaggia.

 

Categorie Natura