Iberia annuncia la riduzione di 4.500 posti

Iberia annuncia la riduzione di 4.500 posti



La International Airlines Group (IAG), casa-madre della compagnia aerea britannica British Airways e della spagnola Iberia, ha annunciato oggi la soppressione di 4.500 posti in seno all’Iberia per tentare di salvare la Compagnia che “lotta per sopravvivere”. Il Gruppo ha fissato per la data del 31 gennaio 2013 il tempo limite per arrivare ad un accordo con i sindacati sul piano di ristrutturazione, avvertendo che “se non si arriverà a nessun accordo i tagli saranno ancora più pesanti”. “Iberia sta lottando per sopravvivere. Attualmente non è redditizia in nessun settore. Ora dobbiamo prendere delle decisioni difficili per farla tornare redditizia”, ha detto il direttore generale di Iberia, Rafael Sánchez-Lozano, “La crisi spagnola ed europea ha certamente avuto un impatto sulla Compagnia Iberia, ma i suoi problemi sono strutturali e precedenti alle attuali difficoltà che sta passando il Paese. La Compagnia perde 1,7 milioni di euro al giorno”. Secondo la International Airlines Group (IAG), il piano permetterà di salvare gli altri 15.500 posti di lavoro in seno a Iberia. Oltre ai tagli del personale, Iberia ridurrà il 15% delle sue tratte, concentrandosi su quelle più remunerative e riducendo la flotta aerea di 25 unità. IAG ha anche annunciato un calo del 24% dell’utile netto del Gruppo nel terzo trimestre e una perdita netta di 39 milioni di euro nei primi nove mesi a causa delle perdite di Iberia.

Via