I pesticidi fanno perdere la strada di casa

I pesticidi fanno perdere la strada di casa



I pesticidi fanno perdere l’orientamento alle api. Due nuovi studi confermano che un gruppo di pesticidi, molto utilizzati in agricoltura, riescono ad influenzare il comportamento di questi animali e sono forse responsabili della loro grave riduzione di numero. I neonicotinoidi sono pesticidi usati in tutto il mondo per proteggere diverse colture, in particolare la colza, dall’attacco di parassiti ma sembra che abbiano effetti devastanti sulle api. Prove effettuate su 75 colonie di api (Bombus terrestris) da David Goulson e colleghi dell’Università di Sterling (Regno Unito) hanno evidenziato che cibo trattato con Imidacloprid, un neonicortinoide, rallenta notevolmente la crescita della popolazione primaverile di api. Le stesse colonie producono l’85% in meno di regine, per cui è più difficile che qualcuna sopravviva e crei una nuova colonia in primavera. Il secondo studio, condotto da Mickaël Henry e colleghi dell’Istituto Nazionale per la Ricerca Agricola di Avignone, in Francia, ha eseguito ricerche su colonie di api mellifere entrate in contatto con Thiamethoxam, un altro neonicotinoide. I risultati sono che le api perdono l’orientamento e non riescono a tornare al loro alveare. In seguito a questi risultati, Germania, Francia e Slovenia hanno ristretto il limite di impiego dei neonicortinoidi e gli apicultori statunitensi hanno richiesto all’Agenzia per la Protezione dell’Ambiente di vietare un altro neonicortinoide, il Clothianidin.

Via