Gusti animali

Gusti animali



Come fa il maschio della giraffa per sapere se una femmina è pronta per l’accoppiamento? Questi animali dal lungo collo passano la maggior parte del loro tempo masticando foglie in silenzio. In effetti non è così, perché le loro comunicazioni avvengono al di fuori della gamma di udito umana. Ma se anche non sanno gridare, hanno altre capacità notevoli, come quella di valutare l’idoneità potenziale di una compagna all’accoppiamento. Durante la giornata, il maschio visita varie mandrie di giraffe cercando una femmina che lo aggrada. Quando la trova, non le chiede timidamente il numero di telefono, non le porge cioccolatini o fiori o le dà un appuntamento per un film. Le si appoggia al posteriore strofinandosi contro. “Quando il maschio strofina la groppa della femmina,” scrivono i ricercatori David M. Pratt e Virginia H. Anderson, “questa produce un flusso di urina in modo che il pretendente possa prenderne un po’ in bocca ed assaporarla”. Non è un maniaco, ma è perché sulla sua lingua ci sono dei sensori chimici che gli comunicano se la femmina sia pronta o meno per l’accoppiamento. Ovviamente di questo processo lui non sa niente, lo fa per istinto, sta solo compiendo un’azione alla quale l’ha portato la sua evoluzione. E così, tra una masticata e l’altra, il maschio gira qua e là leccando urine con noncuranza prima di decidere con quale femmina avere un appuntamento.