Guanto vibrante per imparare il Braille

Guanto vibrante per imparare il Braille



Un guanto vibrante potrebbe aiutare i bambini non vedenti ad imparare il Braille. Al momento, solo il 10% dei ragazzi americani non vedenti lo sta imparando, anche perché gli insegnanti sono pochi. I guanti creati dal team di Caitlyn Seim, presso la Georgia Tech, hanno motorini vibranti sulla nocca di ogni dito. Quando uno di loro vibra, il bambino preme il dito corrispondente e il feedback audio gli dice quale lettera sta digitando. Nei tests, un gruppo di persone, che non aveva mai usato la scrittura Braille, indossava il guanto per digitare in base agli impulsi che arrivavano alle dita. Poi gli stessi sono stati distratti per una mezzora lasciandoli giocare. Ad una metà di loro, è stato lasciato il guanto il quale continuava a vibrare sulle dita mentre nella cuffia veniva detta la lettera equivalente; praticamente un metodo di insegnamento passivo già utilizzato anche per l’insegnamento del pianoforte. Per l’altra metà dei ragazzi, invece, funzionava solo l’audio. Alla ripresa della normale lezione, i primi avevano un resa maggiore, facendo il 30% in meno di errori e ricordando il 70% delle frasi Braille mentre gli altri ragazzi arrivavano ad un 22%. I guanti saranno presentati a Seattle durante un incontro sul problema del Braille che si terrà nel mese di settembre.

Via