Finalmente si può parlare sott’acqua

Finalmente si può parlare sott’acqua



La Yamagata Casio, una consociata di Casio Computer, ha annunciato ieri che, applicando le tecnologie utilizzate per la produzione di prodotti Casio, ha sviluppato un ricetrasmettitore subacqueo che permette agli appassionati di parlare tra di loro durante le immersioni. La novità, chiamata LOGOSEASE, sarà presentata alla Fiera per l’attrezzatura subacquea in corso in questi giorni a La Vegas. Il Logosease è un ricetrasmettitore che permette agli utenti di avere conversazioni vocali subacquee, rivoluzionando l’esperienza subacquea e risolvendo il problema della comunicazione che oggi è limitata a segni scritti e a segnali fatti con le mani. Con il Logosease, che è abbastanza piccolo da stare in una tasca e allegare alla cinghia della maschera subacquea, i subacquei possono conversare normalmente con l’erogatore in bocca.  Il microfono e l’altoparlante impiegano un metodo di trasmissione che sfrutta la conduzione ossea e per attivare la trasmissione basta un colpetto sul dispositivo. Il ricetrasmettitore è impermeabile fino alla profondità di 60 metri, il che è più che sufficiente per immersioni ricreative che solitamente non vanno oltre i 40 metri.

Via