Epilessia: dispositivo avverte per attacco imminente

Epilessia: dispositivo avverte per attacco imminente



Le persone con epilessia devono convivere con la natura imprevedibile delle crisi, ma tutto ciò potrebbe presto  diventare un ricordo del passato. Un piccolo dispositivo impiantato nel cervello può avvertire il paziente di un attacco in arrivo alcuni minuti prima dell’evento, permettendo di uscire da situazioni che potrebbero presentare un rischio per la loro incolumità. “Le crisi epilettiche vengono innescate da irregolarità nell’attività cerebrale. Le crisi possono durare pochi secondi o minuti, ma la loro imprevedibilità le rende pericolose per coloro che ne soffrono”, dice Mark Cook dell’università di Melbourne, in Australia, “Sono come i terremoti: non si possono fermare, ma se si potesse avere un piccolo preavviso, ci si potrebbe preparare”. Con un finanziamento della NeuroVista, una società produttrice di dispositivi medici di Seattle, il dottor Cook e i suoi colleghi hanno sviluppato un impianto cerebrale in grado di dare un preavviso. Il dispositivo è costituito da un piccolo nastro di elettrodi che misurano l’attività delle onde cerebrali. Dopo qualche tempo, il software del dispositivo apprende i modelli di attività delle onde cerebrali quando sta per arrivare una crisi. Quando rileva questi parametri premonitori, invia un segnale wireless ad un dispositivo portatile (ad esempio accendendo una spia rossa) per segnalare un attacco imminente. La squadra di Cook ha testato per quattro mesi il dispositivo su 15 persone sofferenti di epilessia. Per 11 di essi il sistema ha preavvisato correttamente le convulsione con “la luce rossa”. Le crisi si sono poi verificate mediamente dopo i 4 minuti. A due persone il dispositivo è stato in grado di predire ogni attacco, mentre per 4 di loro non ha funzionato bene. Un preavviso è indispensabile per chi sta guidando o eseguendo lavori che, una volta arrivata la crisi, potrebbe creare danni fisici al paziente o a chi gli sta attorno. Questo può aumentare sensibilmente l’indipendenza di queste persone. Speriamo possa essere presto disponibile.

Via