Eliminare il mercurio

Eliminare il mercurio



L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha lanciato oggi un appello per la graduale eliminazione dei termometri ed apparecchi per la misurazione della temperatura funzionanti a mercurio. In una dichiarazione rilasciata a Ginevra, l’OMS riferisce di essersi unita all’organizzazione Health Care without Harm (salute senza danno) per dare maggior forza al messaggio. L’operazione, denominata “Senza mercurio entro il 2020”, è stata lanciata ieri in occasione della firma della convenzione di Minimata sul mercurio. Il mercurio e suoi vari composti sono “una preoccupazione per la salute pubblica globale e porta una serie di gravi effetti sulla salute del singolo”, afferma l’OMS. E cita danni neurologici cerebrali, soprattutto tra i giovani. Il mercurio può avere anche effetti negativi sui reni e sul sistema digestivo. L’OMS stima che gli effetti del mercurio sulla salute sono così gravi che tutti dovrebbero sforzarsi di rispettare la data del 2020 fissata dalla Convenzione. “Con la firma della convenzione di Minamata sul mercurio, molto verrà fatto per proteggere la salute mondiale dagli effetti devastanti del mercurio”, ha detto il direttore generale dell’OMS, Margaret Chan. “Il mercurio è una delle prime dieci sostanze chimiche rischiose per la salute pubblica”. L’OMS e i suoi partner del settore sanitario si adopereranno per eliminare gradualmente antisettici locali e cosmetici elasticizzanti della pelle contenenti mercurio. Stesso sforzo per eliminare l’amalgama d’argento nelle otturazioni dentali. L’amalgama è una lega di mercurio con un altro metallo. Quella usata per le otturazioni contiene il 28% di argento.

 

Via