Eccesso di tintarella…

Eccesso di tintarella…



Sentiamo spesso dire che i raggi UVA fanno male e che la tintarella va presa con le dovute precauzioni. Ma la persona in foto non si è mai fatta di questi problemi durante i 28 anni di indefesso lavoro da camionista. Oggi ha 69 anni. La parte sinistra del suo viso, sempre sotto il sole, ha iniziato a deteriorarsi dopo i primi anni di esposizione. Il differente ispessimento della cute e le profonde rughe del lato sinistro sono chiaramente evidenti. L’esame fisico ha mostrato ipercheratosi accentuata con creste, comedoni aperti e aree di elastosi nodulare. I risultati sono coerenti con la sindrome di Favre-Racouchot, che si riferisce al danneggiamento della pelle da parte del Sole, nota come dermatoeliosi. Il paziente ha riferito, appunto, di aver guidato il camion per 28 anni. In tutto questo tempo i raggi ultravioletti (UVA) hanno colpito la parte sinistra del suo viso, maggiormente esposta al Sole, deformandone la cute. L’esposizione cronica ai raggi UVA, infatti, può provocare ispessimento dell’epidermide e dello strato corneo, nonché la distruzione delle fibre elastiche. I raggi UVA, è dimostrato, inducono sostanziali mutazioni nel DNA che portano al cancro della pelle. L’uso di adeguate creme per la protezione solare è quindi caldamente raccomandato, come pure un monitoraggio della pelle per tutti gli irriducibili della tintarella… camionisti compresi.

Via