É morto il fondatore della setta Moon

É morto il fondatore della setta Moon



Sun Myung Moon, fondatore della Chiesa dell’Unificazione, meglio conosciuta come la setta Moon, è morto la notte scorsa nella Corea del Sud. Era nato il 25 febbraio del 1920 nella Corea del Nord, mentre era in atto l’occupazione giapponese. Il miliardario Moon è stato ricoverato in ospedale due settimane fa per complicazioni polmonari. I medici aveva detto subito che le condizioni erano irreversibili. L’organizzazione religiosa da lui fondata nel 1954, pur essendo una delle più controverse, raccoglie milioni di fedeli in tutto il mondo. Se ne è molto parlato in occasione del matrimonio del vescovo cattolico Milingo nel 2001, appunto secondo il rito Moon. Il reverendo Moon, 92 anni, ha sempre condotto una vita attiva. Lo scorso 1° marzo ha presieduto una cerimonia di matrimonio collettivo di 2.500 coppie e in luglio ha celebrato una cerimonia religiosa davanti a 15.000 seguaci. Da qualche tempo aveva però affidato la gestione ordinaria dell’organizzazione religiosa ad uno dei suoi figli. Ad un altro aveva affidato la conduzione del Gruppo Tongil, un conglomerato di Aziende con interessi nel settore delle costruzioni, delle località turistiche, delle agenzie di viaggio e della carta stampata. Un vero e proprio impero.

Via