E’ in corso l’inversione dei poli magnetici del Sole

E’ in corso l’inversione dei poli magnetici del Sole



Secondo gli osservatori della NASA, sta per accadere qualcosa di grosso sul nostro Sole. “Entro qualche mese dovrebbe completare l’inversione dei poli magnetici”, dice Todd Hoeksema della Stanford University. “Questo cambiamento avrà effetti a catena in tutto il sistema solare”. Il Sole cambia la sua polarità ogni 11 anni circa. Ad ogni ciclo, la “dinamo magnetica” interna al Sole si riorganizza. Il dottor Hoeksema è il direttore del Wilcox Solar Observatory di Stanford, uno dei pochi osservatori del mondo che controllano i campi magnetici polari del sole. Come gli scienziati terrestri osservano le regioni polari del nostro pianeta per rilevare segni sul cambiamento climatico, i fisici solari fanno la stessa cosa con il sole. Dal 1976, questo è la quarta inversione. Il fisico solare Phil Scherrer, anche lui a Stanford, descrive che cosa succede: “I campi magnetici polari del Sole si indeboliscono, vanno a zero e poi riemergono con polarità opposta. Questa è una operazione normale del ciclo solare”. L’inversione dei campi magnetici solari è comunque un grande evento. L’influenza magnetica del sole (eliosfera) si estende per miliardi di chilometri oltre Plutone,  ma gli scienziati si concentrano su una particolare zona dello spazio chiamato “current sheet” (foglio corrente), una specie di anello che si estende dall’equatore del Sole, spesso 10.000 chilometri per miliardi di chilometri di diametro. Elettricamente parlando, l’eliosfera si concentra in questo spazio. Durante l’inversione dei poli questo foglio si ondula e la Terra, nel suo viaggio attorno al Sole, lo attraversa più volte. Questi attraversamenti possono generare tempeste spaziali intorno alla Terra, che viene colpita anche da raggi cosmici. Si tratta di particelle ad alta energia simili a quelle prodotte durante eventi violenti come, ad esempio, l’esplosione di una super-nova. Possono creare seri problemi agli astronauti in orbita, ai satelliti artificiali e influenzare la nuvolosità sulla Terra. Mentre si sta completando l’inversione dei poli sul Sole, i dati dell’osservatorio di Wilcox confermano che i due emisferi sono fuori sincrono. “Il polo nord del sole ha già cambiato segno, mentre il polo sud è in corsa per recuperare il ritardo”, dice il dottor Scherrer. “Ben presto, però, entrambi i poli saranno invertiti”. Quando l’operazione sarà terminata, Hoeksema e Scherrer condivideranno la notizia con i loro colleghi e il pubblico.

Via