Dinosauro gigantesco scoperto in Patagonia

Dinosauro gigantesco scoperto in Patagonia



Il paleontologo sembra piccola cosa rispetto all’osso del femore di questo dinosauro gigante ritrovato in Patagonia, nel sud dell’Argentina. Per i ricercatori argentini si tratta forse del più grande dinosauro che possa essere esistito sulla Terra, misurando ben 40 metri di lunghezza e pesando almeno 77 tonnellate. Una volta in piedi, la sua testa doveva essere ad almeno 20 metri di altezza, come un palazzo di 7 piani. “La scoperta di una esemplare così gigantesco in questa regione del mondo non è una sorpresa. Nella stessa regione è stato scoperto quello che fino ad oggi era il più grosso dinosauro, chiamato “Argentinosauro”, con una massa di 73 tonnellate” – ha detto Ronan Allain, paleontologo del Museo di Storia Naturale di Parigi. I paleontologi ritengono sia una nuova specie di titanosauro, un erbivoro quadrupede gigante della classe dei “sauropodi”, con un collo ed una coda enormi. Questi animali sono vissuti durante il Cretaceo, circa 95 milioni di anni fa, stando all’età delle rocce nelle quali sono stati ritrovati. Il sito in questione è veramente ricco di fossili ben conservati. Gli argentini hanno detto di aver già recuperato più di 150 ossa appartenenti a 7 esemplari di questa nuova specie di titanosauro, che ancora non ha avuto un nome ufficiale. Le prime ossa di questo prezioso giacimento sono state scoperte da un agricoltore nel 2008, a 250 km dalla città costiera di Trelew, nel sul del Paese. Il primo femore gigante è stato scoperto in seguito agli scavi iniziati nel 2013. I fossili vengono conservati nel Museo di Paleontologia di Trelew. Grazie al femore ed all’omero dello stesso esemplare si è potuti stimare l’eccezionale stazza del dinosauro. Non è però detto che sia il più grosso esemplare presente nell’area. La cosa interessante è che non si tratta di ossa casuali, ma di scheletri interi, per cui sarà facile ricostruire le forme reali di questo dinosauro gigante.

Via