Diagnosticare i tumori con un semplice esame del sangue

Diagnosticare i tumori con un semplice esame del sangue



Anche se molti temono la puntura per farsi un esame del sangue, la maggior parte sarebbe certamente d’accordo nel preferirla a biopsie invasive e costose. Ecco perché un esame del sangue per diagnosticare il cancro è da tempo l’obiettivo di molti sforzi di ricerca. Ora, i ricercatori dell’Università di Bradford, in Gran Bretagna, affermano di aver messo a punto un semplice esame del sangue universale il quale si basa sul fatto che i globuli bianchi, nei pazienti oncologici, risultano danneggiati dal combattimento con le cellule cancerose. “I globuli bianchi sono parte del sistema di difesa naturale del corpo”, dice Diana Anderson che ha guidato la ricerca. “Sappiamo che sono sotto stress quando stanno combattendo il cancro o altre malattie, quindi mi chiedevo se non ci fosse qualcosa di misurabile da poter essere visto con i raggi UVA; abbiamo così scoperto che le persone con il cancro hanno un DNA più facilmente danneggiabile dalla luce ultravioletta rispetto a quello delle persone sane”. L’esame mostra perciò quali danni ha subito il DNA di una persona. Il team di ricerca è stato in grado di confrontare i risultati dei test di pazienti con tre tipi di cancro (il melanoma, il cancro del colon e al polmone) con quelli di persone con sospetto tumore e persone sane. Ne è risultato che i sani avevano valori normali, i malati certi avevano valori sballati e i sospetti presentavano valori intermedi fra i primi due. La dott.ssa Anderson fa notare che, una volta testato e tarato sui grandi numeri, questo potrebbe essere uno strumento diagnostico accurato, sia da solo che in combinazione con altre procedure. Ora si sta centrando il test sui malati di tumore al colon. I risultati sono stati originariamente pubblicati in The FASEB Journal.

Via

 

Categorie Scienza