Diabete infantile in aumento

Diabete infantile in aumento



Lo scorso 2 agosto un bambino di 2 anni e mezzo è morto all’ospedale di Saint-Malo dopo essere arrivato al pronto soccorso in coma diabetico. É in corso un’inchiesta per determinare le cause esatte della morte, ma di sicuro c’è che ogni anno in Francia muoiono fino a 6 bambini perchè non è stato diagnosticato loro in tempo il diabete. “E’ vero che il diabete di tipo 1, che colpisce di più i bambini, è una malattia auto-immune con esordio brutale ed è dieci volte meno comune del diabete di tipo 2; per questo motivo un medico di base nel corso della sua carriera potrà forse vederne alcuni casi, ma non va sottovalutato il pericolo”, ha detto la dottoressa Carine Choleau che fa parte del AJD (Aiuto per i giovani diabetici). Il fatto più inquietante è che quasi la metà dei bambini sotto i 15 anni che arrivano in ospedale con diagnosi di diabete tipo 1, sono già in una fase complicata che è chiamata “chetoacidosi”. E per il 15% di loro è già ad uno stadio avanzato, come per il 25% dei bambini sotto i due anni. “Quando il corpo non produce più insulina, si mette a fabbricare corpi chetonici, un tipo di energia sostitutiva”, spiega il dottor De Kerdanet. “Il problema – aggiunge – è che questi corpi chetonici sono molto acidi: non ci si sente bene, ci si sente stanchi, con senso di nausea fino ad andare in coma”. Questo è lo stato per il 6% dei bambini al loro arrivo in ospedale. E pensare che i segnali precoci sono facilmente individuabili. Secondo lo studio della AJD, nel 97% dei casi i genitori si erano accorti che il bambino si era messo a bere spesso ed abbondantemente. “Quando i reni non riescono più a ritenere gli zuccheri, cercano di espellerlo attraverso le urine lavandolo con molta acqua. Per conseguenza, il bambino fa molta pipì e, se è molto piccolo, la fa anche a letto. Ci sono dei preparati appositi che, immersi nell’urina, permettono di rilevare l’abbondanza di zuccheri presenti, e questo può far pensare al diabete e chiedere subito una visita. Anche troppo affaticamento, perdita di peso e mal di pancia possono segnalare un possibile principio di diabete infantile”, continua il dottor De Kerdanet. E bisogna tener presente che il diabete può insorgere anche se non ci sono stati casi riconosciuti in famiglia.

Via