Cygnus, il cargo spaziale

Cygnus, il cargo spaziale



Cygnus, la navetta cargo senza equipaggio, è decollata per mezzo di un razzo orbitale Antares dal Mid-Atlantic Regional Spaceport Pad in Virginia. L’obiettivo è dimostrare la capacità di questa navicella di recarsi all’appuntamento con la ISS per la consegna di rifornimenti senza avere a bordo astronauti che la manovrino. Circa 11 minuti dopo il decollo, il controllo missione ha confermato la separazione della navicella dal secondo stadio dell’Antares e l’apertura dei pannelli solari. Ora è in orbita intorno alla Terra a una velocità di 28.100 chilometri l’ora. La navetta Cygnus porta il nome di “G. David Low”, in onore di un astronauta della NASA scomparso nel 2008. Le operazioni di lancio sono state seguite dalle 3 persone presenti sulla ISS attraverso il monitor del laboratorio Destiny della stazione orbitale che sta girando attorno alla Terra ad una distanza di circa 400 chilometri. Nel corso dei prossimi quattro giorni Cygnus userà il suo motore per allinearsi alla traiettoria della ISS e sarà inoltre sottoposto a una serie di test dimostrativi di navigazione, di procedure d’emergenza e di controllo dei sistemi di comunicazione. L’incontro con la stazione spaziale è previsto per domenica 22 settembre quando, attraverso una serie di manovre non semplici, verrà agganciata dal braccio meccanico della ISS. Una volta saldamente ancorata alla stazione, il cargo verrà scaricato del suo carico di circa 600 kg comprendente acqua, cibo, vestiti e articoli da lavoro. Trattandosi di un volo dimostrativo, Cygnus non viaggerà a pieno carico. Fra circa un mese Cygnus lascerà la stazione. Dopo essere stato caricato di rifiuti e scarti della stazione, si lancerà verso la Terra per disintegrarsi nell’atmosfera, due giorni dopo, da qualche parte sopra il Pacifico meridionale. Cygnus ed il suo vettore Antares sono stati sviluppati nell’ambito di un progetto della NASA da 1,9 miliardi di dollari finalizzato al rifornimento delle stazioni in orbita. “Antares è il razzo orbitale più grande e complesso che sia mai stato prodotto”, dice David W. Thompson, presidente di Orbital. “Dopo il suo impeccabile volo inaugurale nel mese di aprile, siamo ora impegnati attivamente per il compimento della missione in corso. Allo stesso modo, Cygnus è uno dei veicoli spaziali più sofisticati che la Orbital abbia sviluppato e costruito. I nostri team sono molto entusiasti per questa missione, per la quale hanno lavorato negli ultimi 5 anni”. La Orbital conta di iniziare i voli regolari di approvvigionamento della stazione ISS per dicembre; deve consegnare in orbita circa 20.000 kg di materiali attraverso 8 missioni da compiersi entro il 2016.

Via