Come funzionano i sacchetti d'acqua per allontanare le mosche?

Come funzionano i sacchetti d'acqua per allontanare le mosche?



Sacchetti d’acqua appesi qua e la sono un spettacolo frequente in giro per il mondo. A cosa servono ? Sono in molti a sostenere che i sacchetti trasparenti riempiti di acqua tengano lontano le mosche. Qualcuno dice che funzionano meglio se ci si butta dentro qualche pezzetto di pellicola di alluminio, altri che basta mettere nel sacchetto una monetina. Si sa quanto siano antipatiche le mosche, che volano attorno ai cassonetti delle immondizie, sugli escrementi e poi vengono a posarsi sul tuo panino. Specialmente per i ristoratori sono nemici da combattere. In America sono in molti a posizionare sacchetti d’acqua nei posti strategici. Ma come funzionerebbe la cosa? C’è che dice che il sacchetto funziona come una grossa lente e quando la mosca si avvicina vede la sua immagine ingrandita e prende paura. Altri sostengono che dipende tutto dal fenomeno di rifrazione della luce. Le mosche, per inciso, hanno due grandi occhi ognuno dei quali è composto da 3-6.000 piccoli occhietti i quali funzionano come i pixel di uno schermo. Non vede l’immagine 6.000 volte, ma la vede composta da 6.000 frammenti. Quando la luce del sole colpisce le gocce d’acqua nel sacchetto avviene l’effetto di rifrazione che disturba i suoi occhi complessi, per cui si confonde e preferisce allontanarsi. Potrebbe essere. Non siete convinti? Nemmeno il professor Mike Stringham, professore di entomologia all’Università del North Carolina. Per 3 mesi ha monitorizzato il comportamento delle mosche in due allevamenti di uova, in uno dei quali ha messo i sacchetti d’acqua appesi qua e là. Confrontando la massa di rigurgito delle mosche nei due allevamenti ha visto che dove c’erano i sacchetti si erano fermati più insetti! Questa sconfessava i sacchetti. Gli è stato però contestato che i sacchetti erano stati messi in un ambiente a luce artificiale. Non essendo possibile usufruire di luce solare diretta all’interno di detti allevamenti, l’esperimento risultava perciò non attendibile. E allora? Noncuranti dei detrattori, i sostenitori continueranno a posizionare sacchetti d’acqua fuori dai ristoranti, sulle finestre e in giardino attorno al barbecue mentre stanno cuocendo la carne. Con buona pace di tutti.

Via