Cicale allo spiedo

Cicale allo spiedo



Gli Stati Uniti stanno aspettando una invasione di cicale Magicicada septendecim, una specie che esiste solo negli Stati Uniti orientali. Ogni 17 anni un’orda di questi insetti esce dalla terra, nello stesso periodo, per accoppiarsi, deporre le uova e morire in un concerto assordante. Le prime sono uscite dal terreno il 6 maggio nel North Carolina e New Jersey. Questo fenomeno straordinario è atteso in tutti gli Stati della costa est, compreso New York e Washington dove il picco della nube di cicale è previsto per la seconda metà di maggio. Nel corso degli ultimi 17 anni le larve sono rimaste sepolte una ventina di centimetri sotto terra nutrendosi della linfa delle radici. Dopo 17 anni, e quando la temperatura del suolo arriva a 17 C°, escono per la muta, si rincorrono per l’accoppiamento e depongono le uova che si trasformano in larve. Queste cadono dagli alberi, dove le uova erano state deposte, e vanno a seppellirsi nella terra per 17 anni. Poi la storia si ripete. Questa razza di cicale è lunga 2-3 centimetri, hanno gli occhi rossi e le ali trasparenti con venature arancione. Non pungono e si limitano a succhiare la linfa dai giovani alberi. Se ne possono concentrare da 1.000 a 2.000 per metro quadrato. E per tutto il tempo che sono fuori terra i maschi continuano a frinire creando un chiasso assordante per richiamare le femmine. Quando muoiono sono fonte di cibo per uccelli e piccoli mammiferi, ma anche una ghiottoneria per numerose persone che ne fanno spiedini da gustare con gli amici. Del resto… hanno molte più proteine e sono meno grasse di una bistecca!

Via