CIALIS, un “Viagra” prossimamente senza ricetta

CIALIS, un “Viagra” prossimamente senza ricetta



Il gruppo farmaceutico francese Sanofi ha annunciato di aver ottenuto dalla Eli Lilly & Co i diritti di commercializzazione senza ricetta del Cialis, un trattamento per la disfunzione erettile sviluppato dal suo rivale statunitense. Ma la messa in atto di questo accordo altamente lucrativo non dovrebbe avvenire prima del 2017. La Sanofi deve infatti ottenere prima il permesso dalle autorità mediche internazionali per essere in grado di commercializzare liberamente il nuovo concorrente del famoso Viagra, che è ora disponibile solo dietro ricetta medica. Un comunicato della Sanofi dice che chiederà il diritto per gli Stati Uniti, l’Europa, il Canada e l’Australia. Per ottenere luce verde dalle Agenzie del farmaco, Sanofi dovrà dimostrare che gli uomini sono in grado di utilizzare da soli il Cialis senza mettere in pericolo la loro salute. Il Cialis, così come il Viagra, possono indurre rischi cardiovascolari. Dopo aver ottenuto le approvazioni necessarie, Sanofi dovrà attendere la scadenza di alcuni brevetti che riguardano il “tadalafil”, il principio attivo del Cialis, dice ancora il comunicato dell’Azienda. Secondo il Wall Street Journal il brevetto non scadrà prima del 2017. Ad oggi sono più di 45 milioni gli uomini che in tutto il mondo utilizzano Cialis, generando 10,2 miliardi di dollari da quando è in vendita. Cialis è stato approvato dall’Agenzia europea per il farmaco nel 2002 e dalle autorità sanitarie americane (FDA) nel 2003. Il tablet viene venduto in 120 Stati con prescrizioni che variano da Stato a Stato e riguardano disfunzione erettile e iperplasia prostatica benigna. In Francia sono in vendita 4 facilitatori per l’erezione: Viagra, Levitra, Cialis e Spedra i quali sono soggetti a prescrizione medica. Viagra ed i suoi concorrenti sono tra i medicinali più contraffatti al mondo.

Via