Chi mangia dolci è più gentile

Chi mangia dolci è più gentile



È possibile che quello che mangiamo influenzi la nostra personalità? Può uno snack cambiare la percezione di una persona? Secondo gli studi pubblicati dal Journal of Personality and Social Psychology di Washington la cosa è molto probabile. I ricercatori hanno osservato che le persone amanti dei dolci sono molto ben disposte ad aiutare gratuitamente gli altri e risultano, in generale, più gentili rispetto a quelle che non mangiano dolci. Gli slanci di altruismo risultano evidenti dopo che le persone hanno mangiato qualcosa di dolce. Non si dice forse di una persone gentile e squisita che “è dolce”? Eppure è strano, perché cosa centra un gusto alimentare con il temperamento di una persona? Il dottor Brian Meier, psicologo dell’Università di Gettysburg, ha detto che questa metafora non va sottovalutata perché può aiutarci a capire come interagisce la nostra personalità con le nostre abitudini alimentari. I ricercatori si chiedono, ora, se quanto evidenziato in USA sia riscontrabile anche presso altre culture. Personalmente non conosco nessuno che, dopo una scorpacciata di cannoli, sappia essere scorbutico con il suo prossimo. Voi che ne dite?