By pass cardiaco per Neil Armstrong

By pass cardiaco per Neil Armstrong



L’astronauta Neil Armstrong, il primo uomo a mettere piede sulla luna il 21 luglio 1969, si è sottoposto ad un intervento chirurgico per un by pass cardiaco. Domenica scorsa, 5 agosto, ha compiuto 82 anni. Sua moglie, Carol, ha detto agli amici che sta bene e si prevede un pieno recupero. La coppia vive a Cincinnati, nell’ Ohio. Lunedì scorso Armstrong si era sottoposto ad un cardiogramma sotto sforzo, che ha evidenziato 4 ostruzioni delle arterie che portano al cuore. I chirurghi hanno eseguito il by pass il giorno successivo. L’intervento di by pass viene eseguito utilizzando un vaso sanguigno prelevato da altre parti del corpo (solitamente da una vena safena della gamba). La procedura richiede in genere da tre a sette ore, anche se per un by pass quadruplo, come per Armstrong, il tempo può essere superiore. Sono poi necessari da un paio di giorni ad una settimana di riabilitazione in ospedale e quindi da quattro a sei mesi di convalescenza per un pieno recupero. La percentuale di successo è molto alta, normalmente oltre il 98%. Armstrong era il comandante della navicella Apollo 11, che atterrò sulla Luna il 20 luglio 1969. Lui e il suo collega astronauta Edwin “Buzz” Aldrin hanno camminato sul suolo lunare per circa 3 ore. In un comunicato postato su Facebook, l’amministratore della NASA Charles Bolden ha augurato ad Armstrong un rapido recupero. “Lo spirito pionieristico di Neil gli sarà certamente utile in questo momento difficile; la famiglia Armstrong è nei pensieri e nelle preghiere di tutta la famiglia NASA”, ha scritto.

Via