Attrezzi da caccia di 400.000 anni fa

Attrezzi da caccia di 400.000 anni fa



Gli archeologi dell’Università di Tubinga ritengono che otto lance di legno molto ben conservate, trovate una decina di anni fa in Germania, potrebbero essere state fatte ed usate dall’Homo Heidelbergensis. Fanno parte di reperti trovati fra il 1994 e il 1998 in una miniera a cielo aperto di lignite nei pressi di Schöningen. Vengono fatti risalire a 400.000 anni fa e sono stati descritti sulla rivista Nature. Il team guidato dal professor Nicholas Conard e dal dottor Jordi Serangeli, ambedue dell’Istituto di Preistoria dell’Università di Tubinga, stanno continuansdo gli scavi presso il sito. Gli archeologi suggeriscono che gli utenti di questi manufatti dovevano essere artigiani e cacciatori molto abili, ben adattati al loro ambiente, con una capacità di pensiero astratto e una pianificazione complessa paragonabile alla nostra. Ipotizzano che probabilmente appartenevamo alla specie dell’Homo Heidelbergensis. Dalla cava stanno emergendo ossa di elefanti, rinoceronti, cavalli, leoni, anfibi, rettili, conchiglie e perfino scarafaggi. Pini, abeti, ontani neri e molti altri alberi sono stati conservati completi di pigne, così come le foglie, i pollini e i semi della flora circostante. Il lavoro di estrazione continua per quasi tutto l’anno e ogni giorno c’è qualcosa di nuovo da scoprire e documentare. Gli scienziati dicono che la cava di Schöningen è un luogo emozionante e un punto di riferimento mondiale non solo per l’archeologia, ma anche per l’ecologia del quaternario e le ricerche sul clima.

Via