Anche gli uomini hanno un ciclo

Anche gli uomini hanno un ciclo



Anche gli uomini hanno i loro cicli ormonali. Questo è stato già stabilito. I loro livelli di testosterone presentano comunque un picco massimo al mattino, forse in accordo con i ritmi circadiani, per poi calare durante il giorno, salvo occasionalmente qualche picco fugace. Quello che la scienza ancora non ha scoperto è se ciò accade a ritmo costante, settimane o mesi, come succede per le donne. Alcuni ricercatori ritengono che il livello di ormoni maschili possa variare in base alle stagioni. Uno studio del 2003, che ha coinvolto uomini di una città norvegese, ha rilevato che il livello di testosterone toccava il minimo in estate per risalire ai valori massimi in tardo autunno. Lo stesso studio portato avanti con uomini danesi ha portato a risultati similari. Ma studi fatti nella soleggiata San Diego e nella nevosa Boston non hanno però espresso gli stessi dati. Nuovi studi nel 2012 portati avanti presso il Baylor College of Medicine di Houston hanno concluso che ci sono elementi che proverebbero una ciclicità stagionale, ma è troppo presto per definire tempi e modi. Da parte sua, l’endocrinologo Peter Celec dell’Università Comenius, in Slovacchia, pensa che anche per gli uomini il ciclo possa essere mensile. Nel 2002 aveva pubblicato uno studio nel quale dimostrava che sia gli uomini che le donne erano soggetti al ritmo lunare. Il livello di testosterone nella saliva dell’uomo raggiungerebbe il picco massimo al 18° giorno in un ciclo di 30 giorni. La ricerca di Celec non è stata ripetuta né accettata dai colleghi, ma egli ne è convinto. Ha anche cercato lavori accademici che smentissero questa sua percezione, ma non ne ha trovati. Secondo lui, se le donne non sanguinassero ogni mese sarebbe altrettanto difficile definire la loro ciclicità…