Alla ricerca di Bigfoot col dirigibile

Alla ricerca di Bigfoot col dirigibile



Il Bigfoot, detto anche Sasquatch, è una leggendaria creatura scimmiesca che dovrebbe vivere nelle foreste dell’America Settentrionale. Segnalazioni della sua presenza sono arrivate da diverse parti del continente ma sembra che i Bigfoot siano maggiormante concentrati nei due Stati americani di Washington e Oregon. Non ci sono prove concrete della sua esistenza se non video, foto e orme di piedi anomale. Alcuni ritengono possa trattarsi di un ramo distaccato dello Yeti o di una specie, sopravvissuta all’estinzione, di gigantopiteco, una scimmia asiatica di notevoli dimensioni ritenuta estinta. Il Bigfoot (grande piede) dovrebbe essere alto dai 2 ai 2,70 metri, con folta peluria scura che varia dal rosso scuro al nero e grandi piedi che lascerebbero tracce di 40-46 cm sul terreno. Il Bigfoot è descritto come un grande ominide o primate bipede; il volto è relativamente simile a quello dell’uomo. I testimoni dicono che ha dei grandi occhi e una cresta abbassata sulla testa, mentre non si nota traccia di collo e la testa sembra poggiare direttamente sulle spalle. Manca inoltre il muscolo del polpaccio. In base alle descrizioni, potrebbe pesare intorno ai duecento chilogrammi. Nel 1974 nell’Oregon del Sud è stata costruita una trappola per catturare un Bigfoot, ma dopo quasi quarant’anni non è riuscita nel suo intento. Jeffrey Meldrum, professore di anatomia e antropologia alla Idaho State University, ha trascorso molto del suo tempo alla ricerca di Bigfoot. Questo gli ha guadagnato le ire dei colleghi, ma ora ha ottenuto il permesso dall’Università di costruire un dirigibile radiocomandato per continuare la ricerca. Meldrum sta cercando di raccogliere 300.000 dollari in donazioni private per finanziare il progetto. Comanderà il dirigibile ed una speciale telecamera aiutato da un altro grande appassionato di Bigfoot: William Barnes. Questi rivendica l’idea della ricerca dopo aver incontrato un Bigfoot più di dieci anni fa. Il duo vorrebbe iniziare l’esplorazione del territorio nella prossima primavera, ma al momento non sono riusciti a raccogliere abbastanza denaro da far alzare il dirigibile dal suolo. Auguri.

Via