Aereo a motore elettrico

Aereo a motore elettrico



Un aereo a motore elettrico sembrerebbe un giocattolo per bambini, invece sta per essere realtà. Il problema che da sempre ostacola la progettazione è il peso esagerato delle batterie in rapporto alla potenza fornita. Per questo motivo si è sempre finito col rinunciare. Ma negli ultimi tempi la scienza ha sviluppato per il settore auto una nuova generazione di batterie leggere e potenti; potrebbero essere utilizzate in un sistema ibrido anche per gli aerei. In questi giorni la società Volta Volare inizierà a testare il suo GT4, un aereo a motore elettrico per 4 passeggeri. Questa prima versione monterà un motore ibrido, simile a quello della Chevrolet Volt, oltre ad un motore a benzina per la ricarica. Un aeroplano elettrico è significativamente meno costoso di un aereo convenzionale. Un volo di 200 miglia a trazione elettrica consumerebbe circa 20 dollari di energia elettrica, rispetto a circa 80 dollari di benzina avio. Inoltre, un motore elettrico dispone di una sola parte in movimento, per cui la manutenzione sarebbe molto semplice e limitata. Paul Peterson, amministratore della Volta Volare di Portland (Oregon) dice che sono state possibili alcune modifiche che renderanno competitivo il costo degli aerei per uso privato.

Nuovo disegno della fusoliera: richiama l’aspetto di un’anatra, con due piccole ali in aggiunta vicino al muso. L’aereo è spinto da un’elica posteriore. La carlinga offre molto spazio per alloggiare le batterie.

Elica in carbonio: costruita con 4 strati di carbonio risulta più leggera di quelle in metallo o legno ed è abbastanza robusta da sopportare la coppia istantanea prodotta dai motori elettrici.

Alimentazione ibrida: il GT4 può decollare, salire, portarsi a quota di crociera e percorrere fino a 300 miglia alimentato esclusivamente a batteria. Quando la carica della batteria è ridotta al 25%, parte un motore a benzina che la ricarica.

Motore elettrico: è costituito da due motori più piccoli alloggiati in un vano di alluminio sigillato. Genera uno spunto di 600 cavalli e riesce a mantenere i 400 cavalli durante il volo. A differenza dei motori a scoppio, non necessita di una settimana di fermo per la manutenzione: è sufficiente una rapida diagnostica elettronica collegando un laptop tramite un cavo USB. Un serbatoio aggiuntivo da 100 litri permette al motore a benzina di ricaricare le batterie fino a raggiungere le 1000 miglia di volo. Quando le batterie elettriche saranno ancora più leggere e potenti, si potrà semplicemente togliere il motore a scoppio e il GT4 sarà solamente un aereo elettrico.

Via