300 milioni di galassie presto sotto la lente

300 milioni di galassie presto sotto la lente



La Dark Energy Camera (DEC) ha catturato una prima serie di immagini nell’ambito di una ricerca in corso per permettere agli scienziati una migliore comprensione dell’energia oscura. Le immagini sono state scattate dall’Osservatorio all’interno del sito astronomico costruito sulle Ande. La Dark Energy Camera è stata preparata presso l’ U.S. Department of Energy’s (DOE) Fermi National Accelerator Laboratory in Batavia, Illinois, ed è stata montata sul telescopio dell’Osservatorio di Victor M. Blanco che si trova nel National Science Foundation’s Cerro Tololo Inter-American Observatory (CTIO) sulle Ande del Cile. Gli scienziati sperano ora di poter avere delle risposte anche a uno dei più grandi misterei della fisica: perchè l’espansione dell’universo stia accelerando. Secondo quanto riferito, la DEC sarebbe la fotocamera digitale più potente al mondo ed è il risultato di otto anni di collaborazione tra scienziati, ingegneri e tecnici di tre continenti. La DEC è in grado di catturare la luce da più di 100.000 galassie, fino a 8 miliardi di anni luce di distanza. “Questo apre una nuova era nell’esplorazione del cosmo – dice James Siegrist, fisico del Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti – ed i risultati ci porteranno più vicini alla comprensione del mistero dell’energia oscura e cosa questa significhi per l’universo”. La DEC è ancora in fase di test e si prevede che prenderà a funzionare regolarmente dal mese di dicembre. Nel corso dei successivi cinque anni, la DEC dovrà fornire dati e immagini dettagliate su 300 milioni di galassie, 100.000 ammassi stellari e 4.000 supernovae. Il progetto è finanziato dal Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti e dalla National Science Foundation, oltre al altre agenzie di Regno Unito, Spagna, Brasile, Germania e Svizzera.

Via