Da tanto tempo non si sentiva parlare del pericolo insito negli asteroidi, ma ultimamente l’argomento ricorre spesso, forse complice la profezia Maya e la sua ombra di sventura svanita il 21 dicembre. La notte scorsa c’è stato il passaggio di Apophis, ben lontano da noi, ma non sarà lo stesso per il prossimo appuntamento che avverrà il 15 febbraio 2013 con il passaggio rasente alla Terra di DA14 2012. Ma nonostante le speculazioni dei profeti di sventura, anche questa volta non ci sarà nessun impatto col nostro pianeta, questo dicono i ricercatori della NASA. DA 14 2012 è stimato attorno ai 150 metri di diametro e farà la barba alla Terra passando tra il nostro pianeta e le orbite dei nostri satelliti artificiali. Nella sua orbita attorno al Sole passerà infatti a circa 3,2 raggi terrestri da noi, secondo i ricercatori del Near-Earth Object Program Office presso il  Jet Propulsion Laboratory della NASA. Il raggio della Terra è circa 3.963 miglia, per cui il meteorite dovrebbe passare a 12.680 miglia. I nostri satelliti in orbita geostazionaria sono a 22.245 miglia. Il DA14 2012 è stato scoperto quasi un anno fa dagli astronomi dell’osservatorio La Sagra, nel sud della Spagna. Il suo percorso attorno al Sole è simile a quello della Terra, per cui ci passa vicino 2 volte per ogni orbita. Nel suo ultimo passaggio, lo scorso 16 febbraio, è passato a 6 volte la distanza fra noi e la Luna. Il prossimo passaggio ravvicinato ha acceso una tempesta di fuoco sui media, ipotizzando un nuovo evento “Tunguska”. Il fatto è accaduto nel 1908 in Siberia presso il fiume Tunguska e l’impatto, o l’esplosione in aria, di quello che forse era un meteorite ha raso al suolo 500.000 ettari di foresta. Anche se non è  previsto alcun impatto per il prossimo futuro, gli astronomi avvertono che il problema è reale. Non dobbiamo dimenticare che, 65 milioni di anni fa, un grosso meteorite è stato probabilmente la causa della scomparsa dei dinosauri.  È solo questione di tempo: prima o poi, dicono, un’altra roccia spaziale ci centrerà.

Via

 

Articoli che potrebbero interessarti: